12.Dic.2017 
Info su Civita
Il futuro di Civita
Cantiere Internazionale
Apertura Cantiere
Gallery 1
Gallery 2
Gallery 3
Civitarte
Mostra d'arte
Osteria Boccadoro
Piccola grande Italia


Civita di Bagnoregio - Cantiere internazionale d'arte



Comune di Bagnoregio Provincia di Viterbo

COMUNICATO STAMPA E RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Attraverso l’ideazione di un “Cartello” di promozione artistico-culturale per la tutela e la promozione del Borgo di Civita di Bagnoregio, la Associazione Culturale “Il Crogiuolo” con il suo Direttore Artistico Patrizia Sileoni, hanno dato inizio ad una serie di attività di diverse discipline artistiche che comporranno le differenti sezioni di un progetto denominato “CANTIERE INTERNAZIONALE D’ARTE DI CIVITA DI BAGNOREGIO”.
Con la partecipazione e l’energia attiva del Suo Sindaco, Erino Pompei, medesimo Assessore al Bilancio per la Provincia di Viterbo, siamo riusciti ad iniziare la progettazione e realizzazione di una serie di appuntamenti con l’Arte Contemporanea nel Palazzo Alemanni di Civita di Bagnoregio (che nel 2004 diventera sede del museo di Civita) attraverso alcuni tra gli artisti piu interessanti del giovane panorama contemporaneo.

La sezione espositiva di Arte Contemporanea ospita: pittura, scultura, fotografia, Arte-Designer, Arte performativa, in un concetto multimediale attraverso l’interazione tra tutte le forme e le necessita espressive degli artisti. Ogni artista, singolo o in gruppo, ha concepito l’inaugurazione della sua Vernice tramite una performance interattiva, spesso nei vicoli e scorci, in un happening con il pubblico dedicata al Borgo di Civita.

MOSTRE DI PITTURA - SCULTURA PRESS0 PALAZZO ALEMANNI A CIVITA DI BAGNOREGIO

PALINSESTO CALENDARIO ESPOSITIVO

Guido Borghi Pittura-scultura-istallazione 08 - 23 Febbraio
Paola Cordischi
ARAZZI E SCULTURE
Etno-Sculture-Arazzi e Sculture 01 - 16 Marzo
Gianluca Proietti
INTORNO AL CORPO
Pittura su carta-istallaz. Performative 22 - 06 Aprile
Carlo Fatigoni
C•VITASSONANTE
Scultura-Pittura-Video Istallaz. Materiali sonori 12 - 27 Aprile
Umberto Romagnoli e Marco Zoi
ATTRAVERSO
Arte fotografica Conternporanea e digitale 01 - 18 Maggio
Florindo Rilli, Leo Marconi e Vines Gelso Arte Fotografica Contemporanea 24 Maggio - 08 Giugno
Umberto Malatesta
CIRCUITO DINAMICO
Pittura-Performance-Appening 13 - 22 Giugno
Pietro Livi
AQUILONI D'ARTE
Scultura-Installazione 29 Giugno - 8 Luglio 2003

Concerto 1 Maggio 2003

Comunicato Stampa 24 Maggio 2003

Comunicato Stampa 29 Giugno 2003



Il privilegio di scegliere Civita di Bagnoregio mi ha determinato il proposito artistico-culturale di un cartel­lo pro Civita: La città che "non" muore.
Un breve sondaggio tra le mie forze, ha sortito l'ade­sione e l'entusiasmo necessari al mio progetto di dotare Civita di una programmazione per la promozione dell' Arte nelle sue differenti espressioni, tramite una location d'eccezione e viceversa la promozione di questo luogo di fascino tramite l'esposizione artistica.
Ragionando in seguito al varo di un cantiere inter­nazionale d'Arte, grazie alla pronta disponibilità del Sindaco Erino Pompei e alla recente politica Regionale, di riscatto turistico culturale della Tuscia e della Provincia di Viterbo, sono maturati i tempi per poten­ziare la notorietà e la bellezza di questo straordinario sito, attraverso la va lenza estetica e culturale contenuta nell'Arte.
Il Comune ha messo a disposizione lo spazio di Palazzo Alemanni, noi un calendario espositivo con gli artisti che hanno aderito con la loro opera e la stima che ripongo nel mio istinto.
Civita, come proseguiva Bonaventura Tecchi "la città che-muore, ma che risorgerà attraverso questo ponte", che ringrazio per avermi incontrata, può e dovrà avere un rilevante futuro.
Un grazie ancora a tutti gli artisti che hanno deciso di condividere e condivideranno questo percorso di passione, trasmessami con energia commovente dagli stessi civitonici.

Patrizia Sileoni
Il direttore artistico


RELAZIONE INTRODUTTIVA
Ci sono tempi in cui mancano personaggi che si facciano carico delle istanze culturali e sociologiche.
Spesso una serie di micro passaggi hanno causato svolte deCisive, importanti nella storia dell'umanità.
E' importante per questo che le componenti più vitali colgano i segnali di allarme che ogni momento trasmette al successivo.
Mi interessa recuperare a questo proposito la valenza terapeutica e didattica della creatività, dell'artista demiurgo, rifondare il concetto antropocentrico dell'uomo che si libera dei suoi demoni irrazionali.
Questa liberazione che può avvenire attraverso l'arte, che ammette in se tutti i linguaggi, da quello della scienza e della tecnologia, a quello della filosofia che si. riassumono nella coscienza della propria creatività, «la ricerca del dialogo come cassa d'eco per la costruzione di una "scultura sociale'" (G.Celant).
La fonte di ispirazione di questo «cantiere" mi riporta alle istanze che mossero Joseph Beuys, «ultimo" artista umanista che a inteso rifondare, in nome dell'Europa, il «concetto rivoluzionario di uomo".
«Se voglio dare all'uomo una nuova posizione antropologica, devo anche dare una nuova posizione a tutto quanto lo concerne, collegarlo verso il basso con gli animali e le piante, con la natura, così come verso l'alto, con angeli o spiriti...
La creatività è un concorso di pi energie, il tema, la materia, il fulcro del suo lavoro, fare emergere le forze che trasformano la materia.
Da docente all'Accademia di Dusseldorf, Beuys aveva proposto la realizzazione, a Dublino, della Free International University, nella quale confluissero forze diverse: intellettuali, economisti, psicologi, sociologi, psicoanalisti, politici, per un lavoro sul territorio che risvegliasse la coscienza creativa degli abitanti per interventi"creativi", in quanto «sincronici"alle necessito del territorio stesso; nel 1978 propose un incontro a Pescara per la «rinascita dell'agricoltura"; e a Kassel, ne 1983, aveva iniziato una piantagione di 7000 querce(già proposta per Roma); iniziativa che non tendeva solamente alla salvaguardia e alla riabilitazione dell'ambiente, ma a trasformare creati va mente «l'intero senso della nostra vita e del suo incipiente ed avanzato degrado".
L'Arte, secondo Beuys, consiste ne creare o cambiare forma: forma è la natura essenziale, ciò che distingue una cosa dall'altra all'interno del continuum della materia informe. Perciò ogni cambiamento, ogni creazione consapevole e libera della natura essenziàle di una cosa è attività artistica. "Anche la formazione di un pensiero è scultura". La materia, nella sua esperienza, occupa uno spazio dominante. Egli ne indaga le valenze fisiche e i suoi significati metaforici e « mentali" per l'uomo. Spesse l'alchimia si fa uno dei punti di riferimento, dando alle sue azioni carattere rituale, magico.
«Beuys, cioè l'essere unamo, con la testa nell'etere e il corpo a terra, è sempre al centro di questo cielo energetico".
Egli diceva «lavoro per portare insieme le affinità".
E questo cielo energetico vorremmo poter ricreare in un cantiere che sia fucina di incontri, confronto, scambio di energie e di pensiero, di conoscenza, esperienze e percorsi diversi, recuperando nella valenza collettiva dell'incontro collettivo, l'essenza e l'armonia di un territorio tramite il valore dell'ARTE.

L'obiettivo che l'iniziativa si propone, consiste nella rivalutazione e promozione turistico-culturale tramite la valenza dell'Arte di una Borgo unico nel suo genere, il cui valore intrinseco, artistico e ambientale vale la tutela per la sua sopravvivenza.
Ricordiamo che l'anno 2003 è stato designato internazionalmente l'anno ufficiale dell'acqua.
E' quanto mai opportuna perciò l'occasione per dedicare alcune celebrazioni a questa motivazione, sensibilizzando l'opinione pubblica sulla esistenza di un sito di straordinario fascino evocativo e suggestione, oltre che di rilevanza archeologica che vive in costante allarme per lo stato idro-geologico del proprio territorio.
Si auspica che l'indotto delle attività artistiche contribuirà alla riscoperta e ad una ulteriore spinta di quel processo di omologazione qualitativa che conferisca a Civita la legittima notorietà rivendicata di bene culturale di interesse ambientale­monumentale e turistico.
Evidenziando le possibilità di una ripresa di attività potenziali che il Borgo stesso suggerisce.
A cura della Associazione Culturale "Il Crogiuolo"
Direttore Artistico
Patrizia Sileoni
Prenotazioni e Info 06 97614146 / 0761 792946 / 349 2210068


Corriere di Viterbo 9 febbraio 2003

Corriere di Viterbo 26 febbraio 2003



mappa del sito | chi siamo | contatti |  eventi
Hotel Tramonto d'Oro Con il Patrocinio della
Presidenza del Consiglio
Comunale del Comune di Roma
© Luglio 2000 - Il Crogiuolo - Tutti i diritti riservati